cosa stai creando

Che cosa stai Creando?

ABRACADABRA è una parola che sembra abbia tanti significati. Uno di questi significati è “creo mentre parlo”.

E proprio di questo oggi voglio trattare, di quanto il linguaggio crei la nostra realtà.

(ATTENZIONE l’articolo che segue potrebbe essere preso come “polemico” e in tal caso consiglio di Smettere Subito di Leggere perchè NON si è pronti a comprenderne il significato. NON tutti hanno le stesse doti di approfondimento, non c’è niente di male, ma evita di leggere se senti che ti sembra inutile capire che sei Responsabile della tua Realtà)

Essere Consapevoli è una responsabilità bellissima ma solo se scegli di continuare ad andare sempre avanti…

perchè lo sappiamo “chi si ferma è perduto”!

Le cose che dici il tuo Inconscio le Ascolta

Sei sicuro di dargli le suggestioni più consone alla realizzazione del tuo Futuro Ideale?

Molta della realtà che crediamo essere Reale (mi scuso per il gioco di parole) è costruita dal linguaggio che utilizziamo per descriverla. E siccome sappiamo che il primo assioma della comunicazione ci dice che “NON si può NON comunicare”; dovrebbe essere chiaro quanto importante è il “linguaggio” che adottiamo tutti i giorni per descrivere ciò che percepiamo e per sovraimporre il nostro punto di vista.

Aggiungiamo anche che ciò che ripetiamo più spesso si “calcifica” nelle nostre convinzioni.

Infatti la legge della Ripetizione ci conferma quanto importante divenga ciò che ripetiamo e come in automatico divenga automatico (mi ri-scuso per il gioco di parole 🤓 )

Poi c’è da considerare il valore Simbolico di quello che immettiamo nel nostro Linguaggio (che in questo articolo sarà sinonimo di comunicazione, sia interna che esterna).

Se io per esempio mi soffermo a pensare alla frase seguente:

“E’ la Goccia che ha fatto traboccare il vaso”.

E’ chiaro che il soggetto operante è la “Goccia” e quindi quella goccia ha un valore enorme rispetto al vaso stesso. In più sto comunicando anche che mi sto alterando per una semplice Goccia. Facendo così NON affronto il Vaso e NON sarò mai in grado di approfondire le vere ragioni di ciò che è successo. Ma semplicemente darò a quella Goccia tutto il valore di un’esplosione atomica 🧐

Prendiamoci del tempo per fare altri esempi, prima di trarre conclusioni affrettate o saltare alle soluzioni troppo facili.

Senza voler corrispondere la Colpa a Nessuno come spesso accade… per esempio quando si da la colpa ai “poteri forti”, a chi ci governa, a chi sta “sopra le parti”, alla società, al periodo storico, alla cultura etc etc…

Vogliamo invece prendere TUTTA quanta la Responsabilità delle nostre comunicazioni e rendere Presente a noi stessi cosa Utilizziamo per creare la nostra Realtà.

Frasi del tipo: “Vai e Spacca tutto”.

Potrebbero essere adeguate alla comunicazione con un Bulldozer o comunque qualcosa che ha funzione di distruggere.

Ma quando le adoperiamo per incitare alla Vittoria un bambino in una gara, per sostenere un esame all’università, per fare un incontro di lavoro…

Beh in quel caso si sta proprio costruendo una realtà davvero poco funzionale per chi Decide di Accettare tale Suggestione.

E qualcuno potrebbe commentare che è SOLO un modo di dire.

Certo, senza ombra di dubbio, ma il simbolismo che porta con sé è legato allo “Spaccare” che è sinonimo di Dividere, Rompere, Distruggere… e l’Inconscio della persona che riceve ed Accetta quel tipo linguaggio per costruire realtà, Opera in tale ambito. Tanto più che se questo “modo di dire” viene Ripetuto spesso e poi piano piano, progressivamente, applicato a tutto generalizzandone il significato e associandolo al concetto di Vittoria… in quel caso è chiaro che l’idea stessa di esistere diviene (in automatico) una “guerra”, una competizione, un distruggere l’altro per imporre supremazia… etc etc etc…

Capite bene che a questo punto anche la frase:

“Ma che cazzo te ne frega di quello che dice la gente”;

diventa assai Importante da prendere in esame.

E’ chiaro che, specialmente per chi ha appena scoperto che il linguaggio crea realtà, ciò che dice “la gente” è Assolutamente Importante! La scelta proprio del modello linguistico che si utilizza e dei colori che adoperiamo per disegnare ciò che vogliamo rappresentare è FONDAMENTALE.

Chiaramente Non si tratta solo di un mero “Gioco di Parole”.

Infatti essere in un ambiente dove si è poco consapevoli delle parole che si utilizzano, porta spesso come risultato lo stratificarsi della poca consapevolezza…

e allora sì che “chi se ne frega degli altri” diviene il motto con il quale viviamo e creiamo la realtà che ci circonda.

Già qui il lettore più attento e incline all’approfondimento potrebbe cominciare a farsi tantissime domande su come poter contribuire in modo più diretto alla “buona” realizzazione della realtà. E ricordo che NON c’è niente di male a farsi domande, fino al punto in cui continuano a tenerci in movimento per migliorarci.

E allora andiamo avanti e prendiamo in considerazione anche altri aspetti dei “modi di dire”.

Accade spesso che quando ci piace molto qualcosa si utilizzino frasi tipo: “mi fa impazzire” oppure “è la fine del mondo”.

Mentre la prima frase dichiara che quel determinato alimento è in realtà un potente psicofarmaco che ci porta alla completa follia e magari sarebbe meglio NON mangiarlo…

La seconda frase ci dichiara che NON esiste un’esperienza successiva a quella che stiamo facendo perchè il mondo finirà.

E’ chiaro che spiegata in questa maniera, ogni frase perde il suo appeal 🤷‍♂️🧐

Ma sappiamo che a questo punto dell’articolo siamo rimasti in pochi a leggere e quindi possiamo approfondire ulteriormente 😂🤣😂

Ogni volta che ci troviamo a descrivere una realtà, in realtà, la stiamo o cambiando o rafforzando (e anche in questo ultimo caso è un cambiamento).

Infatti come sosteneva Gotama, il Buddha:

“L’unica costante della vita è il Cambiamento”

che di per sé è curioso detto da un personaggio che sembrava avesse interrotto la “trasmigrazione” e fosse in grado di eliminare la “sofferenza”… senza aver spiegato che la sofferenza stessa è un buon motore che spinge al cambiamento. Ma sopravvoliamo su questo aspetto e torniamo a noi due o tre lettori arrivati fino a qui… anzi da adesso ti do del TU 😉

Siccome ogni azione, ogni pensiero, ogni movimento, esperienza, idea, concetto, sensazione etc etc

è considerato Comunicazione in quanto entra in contatto con noi, spetta a noi utilizzarlo in un modo funzionale alla realtà che stiamo creando o vogliamo creare.

Molti, per non dire tutti, i modi di dire che senti avrebbero bisogno di essere approfonditi e compresi.

Ma come si fa ad approfondire tutto quanto?

Non c’è tempo per far tutto questo.

Quindi ci troviamo a prendere per buono ogni aspetto di una realtà che è stata creata per noi, predigerita, introdotta saggiamente, inoculata… e diciamo addio al nostro prenderci la responsabilità.

E in tal caso abbiamo fallito nel nostro essere Libero.

Perchè ricorda, caro lettore che sei arrivato fino a qui…

la Libertà è la Massima Espressione di Responsabilità

e Responsabilità significa Essere Abili nel Rispondere di Sé.

Per essere abile nel rispondere di chi sei è importante che tu ti conosca e per conoscerti dovrai soffermarti, confrontarti, applicarti, esperire, prendere consapevolezza e procedere.

Se decidi di NON farlo, renditi conto che stai comunque facendo una scelta…

…e quella scelta parlerà della Realtà che andrai a Creare.

Io ti auguro di creare la tua realtà in funzione di ciò che stai perseguendo e NON in virtù del fatto che non sai cosa vuoi.

In ogni caso sappi che qualunque cosa tu scelga

sarà una TUA scelta…

perché sei già Libero (anche di stare male).

Grazie per aver letto fino a qui… ora puoi tornare con gli altri se è questo che ancora vuoi 🤓

Oppure prenderti un po’ di tempo e riflettere su dove stai andando, come ci stai andando… e perchè.

Buon Viaggio 🙋‍♂️

Posted in Senza categoria.